Bandiera blu - Comune di Cesenatico (FC)

Governo del Territorio e Lavori Pubblici | Ambiente | Bandiera blu - Comune di Cesenatico (FC)

Cesenatico in "blu". Assegnata la 29° Bandiera Blu dalla FEE

Cesenatico si conferma Bandiera Blu anche per il 2020, la consegna è avvenuta questa mattina per via telematica. Infatti, vista la complessa situazione a causa dell’emergenza COVID-19, la Conferenza di presentazione delle Bandiere Blu 2020 si è svolta in una diretta FB riservata agli amministratori.
La Bandiera Blu, importante riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, viene assegnata ogni anno in 49 paesi, con il supporto del UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale ed è riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile.
La Bandiera Blu viene assegnata alle località turistiche balneari che rispettano i criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, allo scopo di indirizzare la gestione delle località partecipanti  verso un processo di sostenibilità ambientale.
Quest’anno i Comuni che si sono aggiudicati questo importante riconoscimento sono 195, 12 in più contro i 183 dello scorso anno, per un totale di 407 spiagge, cui si aggiungono anche 75 approdi.
L’Emilia Romagna conferma le sue 7 località:
Cesenatico, che rimane l’unica realtà della Provincia Forlì-Cesena, Ravenna, Cervia, Comacchio, Bellaria Igea Marina, Misano Adriatico e Cattolica.
Va detto che Bandiere Blu 2020 fotografa una situazione antecedente lo scoppio della pandemia.
In ogni caso numerosi sono i parametri per l’assegnazione di questo riconoscimento; si parte dalla qualità delle acque di balneazione e dai regolari campionamenti effettuati nel corso della stagione estiva.
Se questi criteri sono stati rispettati si passa alle verifiche sull’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, la raccolta differenziata e la corretta gestione dei rifiuti pericolosi, la presenza di vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi, i servizi delle spiagge  servizi delle spiagge compreso personale addetto al salvamento e l’accessibilità per tutti. Viene inoltre valutato l’ampio spazio dedicato ai corsi d’educazione ambientale, rivolti in particolare alle scuole e ai giovani, ai turisti e residenti, il Turismo e gli stabilimenti balneari, la pesca professionale e la diffusione dell’informazione su Bandiera Blu.
Solo le località le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente possono presentare la candidatura.
Vengono valutati anche l’ottenimento da parte dei Comuni di finanziamenti Europei ottenuti e volti alla mobilità sostenibile e con finalità ambientali come l'istituzione di aree ciclabili, bicibus e piedibus, e nuovi servizi per i trasporti pubblici.
Nel corso della stagione estiva tutte le località insignite della Bandiera Blu sono soggette a visite di controllo, al fine di verificare la conformità ai criteri stabiliti dal Programma.

Principali criteri per le spiagge

  • assoluta validità delle acque di balneazione

  • nessuno scarico di acque industriali e fognarie nei pressi delle spiagge

  • elaborazione da parte dei Comuni di un piano per eventuale emergenza ambientale

  • elaborazione da parte del Comune di un piano ambientale per lo sviluppo costiero

  • acque senza vistose tracce superficiali di inquinamento (chiazze oleose, sporcizia,ecc.)

  • spiagge allestite con contenitori per rifiuti in numero adeguato

  • spiaggia tenuta costantemente pulita

  • dati delle analisi delle acque di balneazione a disposizione

  • facile reperibilità delle informazioni sulla Campagna Bandiere Blu d'Europa

  • iniziative ambientali che coinvolgano turisti e residenti

  • servizi igienici in numero adeguato nei pressi della spiaggia

  • collocamento di salvagenti ed imbarcazioni di salvataggio

  • assoluto divieto di accesso alle auto sulla spiaggia

  • assoluto divieto di campeggio non autorizzato

  • divieto di portare cani sulla spiaggia

  • facile accesso alla spiaggia

  • rispetto del divieto di attività che costituiscono pericolo per i bagnanti

  • equilibrio tra attività balneari e rispetto della natura

  • servizi di spiaggia efficienti

  • accessi facilitati per disabili

  • fontanelle di acqua potabile

  • telefoni pubblici dislocati vicino alla spiaggia

 

Principali criteri per gli approdi turistici

  • le acque del porto e quelle prospicienti non sono visivamente inquinate

  • fognature non sversano nel porto

  • presenza di attrezzature per la raccolta di residui di olio, vernici e prodotti chimici

  • salvagenti e attrezzature di pronto intervento

  • informazioni ambientali fornite dalla Direzione

  • informazioni relative alla Campagna Bandiere Blu fornite dalla Direzione

  • possibilità di smaltire le acque di sentina e delle toilettes delle imbarcazioni

  • accorgimenti per lo smaltimento dei residui di lavorazione cantieristica

  • luci ed acqua potabile in banchina

  • acque di balneazione 
     
     

 


 


 
 

 


 

 


 


 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il