Romagna capitale degli sport su strada con Memorial Pantani e Ironman - Comune di Cesenatico (FC)

archivio notizie - Comune di Cesenatico (FC)

Romagna capitale degli sport su strada con Memorial Pantani e Ironman

 
Romagna capitale degli sport su strada con Memorial Pantani e Ironman

COMUNICATO STAMPA

Romagna capitale degli sport su strada con Memorial Pantani e Ironman
L’organizzazione della viabilità in occasione delle due manifestazioni:
istruzioni per l’uso per non restare imbottigliati

 

Sabato 22 settembre la Romagna sarà capitale degli sport su strada, grazie al doppio appuntamento con  il Memorial Pantani e l’Iron Man.
Questo comporterà modifiche alla circolazione nei territori attraversati dalle due competizioni. Inevitabile l’impatto sugli spostamenti dei cittadini, ma per  ridurre il più possibile i disagi è fondamentale che i cittadini, e in particolare gli automobilisti, siano informati delle modalità di svolgimento delle gare, dei tratti stradali che verranno chiusi e dei possibili percorsi alternativi.

 

Memorial Pantani 2018
La corsa quest’anno prenderà il via da Castrocaro per concludersi a Cesenatico. Lo start sarà dato alle ore 11.30, e la tabella di marcia prevede che la gara faccia ingresso nel territorio del Comune di Cesena intorno alle ore 13 arrivando a Borello da Teodorano.
Da Borello partirà un circuito che toccherà Montevecchio, Diolaguardia, Madonna dell’Ulivo, Rio Eremo  per poi transitare in via del Tunnel e, passando dal Ponte Vecchio, via Branzaglia (contromano), via Savio, risalirà verso San Vittore, San Carlo e Borello.
I ciclisti ripeteranno questo circuito due volte, poi dirigersi verso Calisese e da qui proseguire verso Cesenatico.
Per consentire il regolare svolgimento della gara, dalle ore 8 alle ore 15 sarà istituito il divieto di transito e sosta con rimozione in piazza Marconi, su ambo i lati della strada che fiancheggia l’Itc “Giovanni Agnelli”, per consentire l’installazione dei mezzi per le riprese televisive della gara, del palco e delle strutture necessarie per la giuria, la stampa e i tecnici addetti alla gara.
Sabato mattina, dalle ore 6.00 alle ore 18.00, l’ordinanza prevede il divieto di sosta, con rimozione su ambo i lati, in viale Carducci nel tratto compreso tra le vie Torino e Deledda, e dalle 11.00 alle 17.00 anche in viale Carducci, nel tratto che va da Piazza Costa alla rotonda di viale Torino e da via Deledda a via Dante Alighieri, in viale dei Mille, nel tratto fra viale Roma e via Dante Alighieri, in viale Roma da Piazza Costa a Viale De Amicis, e in tutta la via Dante Alighieri.
Nelle suddette vie, nella giornata di sabato 22 settembre dalle ore 13.00 alle ore 17.00, vige inoltre il divieto di transito.
Sempre per la giornata di sabato 22 settembre l’ordinanza istituisce il divieto di transito e di sosta con rimozione sul cavalcaferrovia di via Dante Alighieri, da viale Litorale Marina a via Saffi, dalle ore 15.00 alle ore 16.30.
Per i residenti e gli esercenti commerciali della zona interessata dal circuito cittadino, vige il divieto assoluto di entrare od uscire dalle 15.00 alle 16.30 di sabato 22 settembre.

Per consultare l'ordinanza di modifica viabilità clicca QUI 


Ironman
Il territorio cesenate sarà interessato dal percorso bike di km 180 che, come lo scorso anno, partendo da Cervia salirà verso l’entroterra fino a raggiungere Bertinoro.
Per consentire il transito della gara, dalle 8,00 alle 19,00  saranno chiusi al traffico alcuni tratti della via San Cristoforo, della Secante (SS726-tangenziale di Cesena) e della SS3bis-E45.
Via San Cristoforo sarà chiusa nel tratto che va dall’ingresso nel Comune di Cesena (lato Santa Maria Nuova) fino all’incrocio con la Secante.
La Secante rimarrà chiusa dal tratto da via San Cristoforo allo svincolo con SS3bis-E45.
La E45 sarà chiusa nel tratto che va dallo svincolo Cesena Ovest (Diegaro) fino alla svincolo di Case Murate.
Accanto a queste arterie principali, per ragioni organizzative e di sicurezza, saranno chiuse anche altre strade.
Ad  esempio, a cura della provincia di Forlì-Cesena, la SP140 in via San Giuseppe sarà chiusa all’altezza di tutta una serie di incroci, a partire da  quello con via Emilia Ponente fino all’intersezione ovest con la rotonda Biagi.

Naturalmente, per evitare rallentamenti ed imbottigliamenti,  tutte le limitazioni al traffico saranno indicate con l’installazione in loco di specifici segnali, mentre ci saranno cartelli gialli a segnalare percorsi alternativi.
 
Uno degli snodi strategici in questo quadro sarà la rotonda di Torre del Moro, dove sarà indirizzata la maggior parte dei veicoli costretti a seguire percorsi alternativi (ad esempio, quelli fatti uscire dallo svincolo Cesena Ovest dell’E45 o chi, uscendo dal casello Cesena Nord, deve prendere l’E45 in direzione Roma). Per questo, la rotonda sarà particolarmente presidiata dalla Polizia Municipale per favorire la scorrevolezza del traffico.
 


Pubblicato il 
Aggiornato il