Agenti del nucleo sicurezza urbana intercettano un motociclista pericoloso - Comune di Cesenatico (FC)

archivio notizie - Comune di Cesenatico (FC)

Agenti del nucleo sicurezza urbana intercettano un motociclista pericoloso

 
Agenti del nucleo sicurezza urbana intercettano un motociclista pericoloso

COMUNICATO STAMPA

Agenti del nucleo sicurezza urbana intercettano un motociclista pericoloso

Un centauro che si cimenta in un pericoloso slalom con una moto di grossa cilindrata lungo l'area pedonale del porto canale di Cesenatico. È accaduto nei giorni scorsi durante una serata affollata di gente, che stava passeggiando lungo la banchina del porto, in cerca di refrigerio e tranquillità. Agenti della polizia locale di Cesenatico, appartenenti al nucleo sicurezza urbana, erano in servizio proprio in quella zona, precisamente nei pressi del cosiddetto "Molo della notte" in zona di Levante, caratterizzata dalla presenza di vari locali notturni. Ad un certo punto gli stessi agenti sentivano un rombo di una moto di grossa cilindrata il cui conducente, nella sua corsa a zig-zag, accelerava ripetutamente; gli agenti della polizia locale notavano che il centauro si stava dirigendo verso l'area pedonale antistante il locale "Molo 95" facendosi largo tra la folla impaurita e urlante per ciò che stava avvenendo. Immediatamente lo raggiungevano, con difficoltà, gli agenti notando che il conducente del motoveicolo, nel frattempo, dopo essersi tolto il casco, si era messo a parlare con un altro giovane. Gli operatori gli si sono avvicinati e, rivolgendosi a lui, non prima di essersi presentati con tanto di tesserino di riconoscimento, in quanto erano in servizio con abiti civili, lo invitavano a seguirli fuori dell'area pedonale.

La reazione del centauro è stata invece quella di opporsi, inveire ed offendere con frasi impubblicabili gli stessi agenti; l’ulteriore richiesta di esibire documenti di identità e declinare le sue generalità, veniva nuovamente disattesa, replicando verbalmente i toni offensivi sempre nei riguardi degli  agenti.

Non solo, il conducente riottoso si è poi rimesso il casco in testa, ha riacceso la moto e, nonostante l'intimazione di spegnerlo, incurante di tutto, ha ripreso la marcia dandosi alla fuga sempre nella  banchina del porto canale accelerando e provocando un  forte rumore e panico fra  la gente, che si ritirava frettolosamente ai lati della banchina stessa.

Attraverso il numero di targa del motoveicolo ed altre operazioni e verifiche di polizia giudiziaria, compreso il fatto che il centauro (un trentenne di origini albanesi, residente fuori zona) nonostante la sua fuga, è stato ben visto in faccia dagli agenti, si è proceduto con una segnalazione dell'accaduto all'autorità giudiziaria.

“Ringrazio nuovamente la polizia locale per il lavoro quotidiano di pattugliamento che svolge sulle nostre strade – commenta il Sindaco Matteo Gozzoli – Episodi di questo genere non dovrebbero accadere, poiché mettono a rischio la sicurezza di residenti e turisti che frequentano le nostre strade. Ringrazio gli agenti del nucleo sicurezza urbana in servizio in questa brutta occasione per aver segnalato l’accaduto”.


Pubblicato il 
Aggiornato il