Turismo. La Riviera si fa più bella - Comune di Cesenatico (FC)

archivio notizie - Comune di Cesenatico (FC)

Turismo. La Riviera si fa più bella

 
Turismo. La Riviera si fa più bella

COMUNICATO STAMPA

Turismo. La Riviera si fa più bella, dalla Regione oltre 32 milioni per maxi piano di riqualificazione dei lungomare lungo tutta la Costa. A Forlì-Cesena 5,8 milioni per due progetti. Bonaccini: “Miglioriamo offerta e ricettività rispettando l’equilibrio ambientale, per luoghi da vivere tutto l’anno. Attenzione per i territori volano di crescita e buona occupazione”

I cantieri dal riminese al ferrarese. L’assessore Corsini: “Da questi interventi un nuovo impulso per competere sui mercati nazionali e internazionali con servizi all’avanguardia e sostenibili”. Le schede delle opere previste a Cesenatico e San Mauro Pascoli

Bologna - Dieci grandi cantieri pronti a partire in altrettanti Comuni della Riviera adriatica tra Rimini e Comacchio, nel ferrarese, che rivoluzioneranno la Costa dell’Emilia-Romagna rendendola più bella e attrattiva per turisti e residenti.

Con un impegno della Giunta regionale pari a 20 milioni di euro è stata approvata la graduatoria finale del bando per la rigenerazione e la riqualificazione di tratti del lungomare da vivere tutto il tempo dell’anno. A questi fondi la Regione ha deciso di aggiungere risorse per ulteriori 12,5 milioni di euro portando così l’investimento complessivo a oltre 32,5 milioni: somma che permetterà di finanziare tutti i progetti ammessi entro il 2021.

Gli interventi sono stati presentati oggi dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e dall’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, insieme a sindaci e assessori dei Comuni interessati, nelle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna e Ferrara.

La seconda tappa, dopo quella di Rimini, a Cesenatico dove, oltre al cantiere previsto sul lungomare della cittadina, è stato presentato alla stampa e alle associazioni di categoria anche il progetto di San Mauro Pascoli.

“Niente nasce per caso e l’attenzione per i territori è per noi una priorità- afferma Bonaccini-, puntiamo sulla bellezza della nostra Riviera non solo come volano per creare buona occupazione, ma anche come luogo, oltre alla naturale vocazione balneare, da vivere tutto l’anno, che è parte della nostra identità culturale e paesaggistica. In questo senso, il lungomare può diventare spazio capace di aggregare la comunità- prosegue il presidente- e di promuovere anche stili di vita sani e corretti. La riqualificazione di questi snodi tra la spiaggia e le città può contribuire a delineare nuovi percorsi benessere per attività sportive e ricreative, nel rispetto della sostenibilità degli interventi e della cura per l’ambiente. Vogliamo far crescere l’offerta e i servizi delle nostre città costiere senza pregiudicare il delicato equilibrio ambientale e l’ecosistema degli arenili e dell’entroterra. Grazie ai progetti indicati dai sindaci dei Comuni e al lavoro di squadra coi territori- chiude il presidente- restituiremo a cittadini e turisti un lungomare rivoluzionato e attrattivo che diventerà un vero e proprio simbolo della nostra costa”.

Il contributo regionale, di misura variabile a seconda del posizionamento del progetto in graduatoria è compresa tra il 70% e l’80% della spesa ammissibile, fermo restando i casi in cui i Comuni hanno richiesto il contributo in una percentuale inferiore.

“È la più grande operazione di riqualificazione del prodotto balneare messa in campo nella nostra regione- sottolinea Corsini-.  Con questo provvedimento che si aggiunge al bando da 25 milioni di euro per la rigenerazione degli alberghi e delle strutture ricettive diamo un ulteriore e forte impulso al turismo dell’Emilia-Romagna. Al fianco dei Comuni e delle associazioni di categoria vogliamo fare della nostra costa un tratto sempre più distintivo e attrattivo per i mercati nazionali e internazionali. E per competere in un settore in grande evoluzione come questo- chiude l’assessore-, dobbiamo puntare sempre più a uno sviluppo sostenibile in grado di fornire servizi all’avanguardia e alla portata delle diverse esigenze dei viaggiatori”.

I due progetti nel forlivese-cesenate: oltre 5,8 milioni di euro per rigenerare e riqualificare il lungomare

In particolare, a Cesenatico, andranno oltre 4 milioni di euro di contributo regionale, pari al 75% dell’intero costo del progetto. Le risorse serviranno a realizzare opere di rigenerazione urbana e funzionale di un importante tratto del lungomare di Ponente, dalla foce del Canale Tagliata, incluse le opere di protezione dell’emissione a mare, fino allo sbocco a mare di viale Magellano.
“Oggi è una giornata storica per Cesenatico- commenta il sindaco, Matteo Gozzoli- dopo decenni di assenza totale di programmazione pubblica su un’area strategica ed unica nel suo genere, come quella della città delle colonie di Ponente, grazie al bando Costa promosso dalla Regione Emilia-Romagna a cui si aggiungerà un cofinanziamento da parte del comune di Cesenatico di 1 milione di euro saremo in grado di cantierare un progetto da oltre 5 milioni di euro che riqualificherà e valorizzerà un’area di forte interesse turistico - balneare e paesaggistico - ambientale che vede, già oggi, la presenza di decine di attività turistico ricettive con centinaia di migliaia di presenze turistiche annue. Il progetto sviluppato e candidato al bando ha la doppia finalità di realizzare i livelli essenziali di servizi quali la fognatura e riqualificare e valorizzare sotto il profilo funzionale e naturalistico gli stradelli e le aree di accesso alla spiaggia che vanno dal rifacimento del tratto finale del canale Tagliata sviluppato insieme al Consorzio di Bonifica della Romagna, fino al tratto finale di via Magellano. Ringrazio il presidente Bonaccini e l’assessore Corsini per aver dato la possibilità ai Comuni di accedere a risorse importanti per la riqualificazione di queste aree che, altrimenti, avrebbero avuto un destino di degrado e mancanza di servizi, con un impoverimento per tutta la nostra economia”.

A San Mauro Pascoli andranno oltre 1,8 milioni di euro di contributo regionale, pari al 70% dell’intero costo del progetto. I fondi saranno impiegati per la riqualificazione dell’intera area pubblica del lungomare comprese strade e piazza - in particolare le vie Pascoli, Vincenzi, Marina, Pineta e piazza Battisti - e la demolizione e ricostruzione dell’edificio “Ex Arena Arcobaleno” in viale della Libertà 6/8.

"Si tratta di un intervento eccezionale che rivoluzionerà San Mauro Mare- spiega il vice sindaco di San Mauro, Cristina Nicoletti- restituendo alla comunità un luogo centrale come l'ex cinema all'aperto "Arcobaleno" che tornerà a essere cinema e insieme centro per servizi turistici. Il rifacimento del lungomare e della piazza si coniuga con i progetti di riqualificazione delle strutture private. Un rinnovamento fondamentale dell'offerta turistica per tutta San Mauro Mare. Un ringraziamento quindi doveroso alla Regione Emilia-Romagna che sostiene questa importante azione di riqualificazione e valorizzazione della nostra costa".


Pubblicato il 
Aggiornato il