Cimeli di Marco Pantani: il Sindaco ha incontrato i commissari straordinari della Mercatone Uno - Comune di Cesenatico (FC)

archivio notizie - Comune di Cesenatico (FC)

Cimeli di Marco Pantani: il Sindaco ha incontrato i commissari straordinari della Mercatone Uno

 
Cimeli di Marco Pantani: il Sindaco ha incontrato i commissari straordinari della Mercatone Uno

COMUNICATO STAMPA

Cimeli di Marco Pantani: il Sindaco ha incontrato i commissari straordinari della Mercatone Uno

Nella mattinata di venerdì 12 aprile il Sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli ha incontrato uno dei Commissari straordinari della Mercatone Uno presente insieme all’avvocato Latorre.

Alla presenza anche del Dirigente del Settore sport e turismo Claudio Ceredi, sono state approfondite le questioni e le vicende relative ai cimeli di Marco Pantani e alla biglia del Pirata presente di fronte alla sede dell’azienda.

Si è appurato che la vicenda della biglia è completamente indipendente e distinta rispetto al fallimento della Mercatone Uno. La biglia, infatti, come l’immobile dove ha sede la società è di proprietà della società CVE Srl che attualmente è coinvolta in un sequestro giudiziario con la presenza di custodi giudiziari.

Per quanto riguarda i cimeli presenti all’interno della sede di Mercatone Uno la situazione è diversa. Si tratta di maglie, coppe, biciclette e altri ricordi appartenuti a Marco Pantani che sono invece nelle disponibilità della procedura e sui quali l’amministrazione nelle prossime settimane farà le dovute valutazioni sentita la famiglia Pantani, le associazioni di categoria e le forze sociali, le associazioni sportive e gli esperti.

“Desidero ringraziare – commenta il Sindaco Gozzoli – i Commissari straordinari, in particolar modo Vincenzo Tassinari e il segretario della procedura avv. Giovanni Latorre, per la disponibilità mostrata verso l’amministrazione comunale di Cesenatico. Adesso valuteremo insieme alla famiglia e alle Associazioni di Cesenatico se ci sono le condizioni per far sì che degli oggetti appartenuti a Marco Pantani siano acquisiti e resi visibili alla collettività in un luogo pubblico come lo Spazio Pantani”.


Pubblicato il 
Aggiornato il