Nuovo intervento della Polizia Locale su due persone sospette - Comune di Cesenatico (FC)

archivio notizie - Comune di Cesenatico (FC)

Nuovo intervento della Polizia Locale su due persone sospette

 
Nuovo intervento della Polizia Locale su due persone sospette

COMUNICATO STAMPA

Intervento della Polizia Locale

fermate due persone sospette

Nel primo pomeriggio di giovedì 9 maggio, personale della Polizia locale di Cesenatico, nell'ambito di un'operazione di prevenzione e repressione delle attività di spaccio di sostanza stupefacente, coordinata dall'ispettore - ufficiale di turno, notavano due giovani con fare sospetto nei pressi di uno stabilimento balneare. La zona era conosciuta dagli agenti come frequentata da persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti e notavano, appunto, l'atteggiamento sospetto di due persone è di etnia nord africana. Gli agenti, in abiti civili e con auto priva di insegna istituzionale, dopo essersi qualificati con apposito tesserino di riconoscimento, decidevano di procedere al controllo degli stessi. Dai documenti è risultato che uno di questi era un tunisino, classe 1983 e l'altro, un libico nato nel 1991. Gli stessi, fin da subito, mostravano segni di nervosismo immotivato, quindi gli agenti invitavano i due fermati ad esibire tutto quello che avevano nelle proprie tasche. 

Ed è risultato che possedevano tre involucri di sostanza stupefacente, verosimilmente di tipo hashish, del peso complessivo di circa 3 grammi. In più erano in possesso di una somma di denaro contante consistente in 410,00 €, probabilmente frutto dell'attività illecita. 

I due venivano quindi accompagnati presso gli uffici del comando di Polizia Locale di Cesenatico per l'identificazione, la perquisizione e predisposizione degli atti di polizia giudiziaria. 

n un secondo tempo, gli stessi nord africani venivano accompagnati presso il comando Compagnia Carabinieri di Cesenatico per la sottoposizione a rilievi dattiloscopici, previo avviso al Pubblico Ministero di turno. Il tunisino è stato denunciato per il reato di cui all'articolo 73 del Dpr. 309/90 e per il reato previsto dall'art. 14 Decreto legislativo 286/98; l'altro complice, il libico, denunciato per il reato di cui all'articolo 10 bis del Decreto legislativo 286 del 1998.

“I nostri agenti della Polizia Locale continuano a svolgere un importante lavoro di controllo del territorio e di contrasto di tutte le possibili situazioni di degrado– commenta il Sindaco Matteo Gozzoli –La presenza quotidiana e continua sul territorio ci permette, in collaborazione con le forze dell'ordine, di migliorare la sicurezza e contrastare fenomeni come lo spaccio di sostanze stupefacenti”. 


Pubblicato il 
Aggiornato il