Dalla regione fondi per il recupero di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) - Comune di Cesenatico (FC)

archivio notizie - Comune di Cesenatico (FC)

Dalla regione fondi per il recupero di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP)

 
Dalla regione fondi per il recupero di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP)

Sono in arrivo € 250.000 dalla Regione Emilia-Romagna dopo lo scorrimento della graduatoria relativo a un bando del 2015: i fondi sono destinati al recupero di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) e fanno parte di un bando più ampio di circa 4 milioni di euro divisi tra i comuni regionali. Con le risorse a disposizione l’Amministrazione Comunale insieme ad ACER potrà programmare un piano straordinario  di manutenzione degli immobili, lavorando su un tema sempre attuale di questi anni come la questione abitativa.

Sul territorio di Cesenatico sono presenti attualmente circa 200 tra immobili di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) e immobili di Edilizia Residenziale Sociale (ERS) gestiti sul territorio da ACER.  A questi si aggiungeranno altri 18 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica che saranno realizzati a Villamarina, nell’area della ex Colonia Prealpi. I lavori cominceranno dopo la fine della stagione estiva, con l’accantieramento previsto per la seconda metà di settembre. Questo intervento mira a rigenerare una porzione importante di Villamarina, coniugando edilizia sociale e servizi necessari a una frazione con così alta densità turistica.

 

Le parole del Sindaco Matteo Gozzoli  

Questo prezioso bando regionale aiuterà la città in una partita molto importante che è quella degli immobili di Edilizia Residenziale Pubblica. Come Amministrazione Comunale siamo molto attenti alla questione, cercando di gestire le situazioni difficili che ci sono sul territorio e aiutando i cittadini che ne hanno bisogno e diritto. Quando parliamo di “casa” affrontiamo un tema non solo materiale, ma anche sociale e umano e Cesenatico si impegna a fondo per non lasciare indietro nessuno”, il commento del Sindaco Gozzoli. 

 

 

 


Pubblicato il 
Aggiornato il